Skip to main content

Mi presento

Paolo FinardiCiao, mi chiamo Paolo Finardi, abito in provincia di Bergamo, per la precisione a Caravaggio, il paese natale di Michelangelo Merisi (meglio noto come “il Caravaggio”)

Sono consulente informatico da una vita con esperienze in varie aziende. Professionalmente ho sviluppato competenze soprattutto in ambito applicativo e di gestione dei dati: analisi e sviluppo dei precessi aziendali prevalentemente relativi a settori legati alla logistica, alla produzione ed alle vendite.
Ho sviluppato ed utilizzato ERP su server IBM i (ex AS/400) e da qualche anno sto partecipando a progetti su SAP.

L’informatica fa parte della mia vita da molto tempo e, fortunatamente, è anche la mia passione.
Negli anni mi sono imbattutto nel fantastico mondo del software libero e di Linux in particolare. Sono socio del BGLug (Bergamo Linux Users Group) con cui collaboro su vari progetti ed iniziative finalizzate alla divulgazione del software libero.
E’ decisamente un mondo fantastico sia per la qualità degli strumenti a disposizione (spesso utilizzati anche in ambito professionale) sia per la possibilità che offre di conoscere moltissime persone interessanti e mai banali.

Il mio blog è dedicato principalmente al software libero rispettando quella che è la filosofia principale che lo contraddistingue: la condivisione della conoscenza. Una filosofia che aiuta a crescere come persona ma anche professionalmente. Unire le conoscenze per migliorare costantemente ed insieme.

Spesso in ambito professionale viene richiesta un caratteristica molto importante: saper lavorare in team. Questa caratteristica è insita in chiunque partecipi a progetti opensource, è parte stessa del concetto di community che sta alla base di ogni progetto di questo tipo.

Per finire non posso che invitare chiunque ad avvicinare questa mentalità utilizzando software libero, non perchè gratis ma perchè libero e di qualità, magari partecipando alle attività dei LUG della propria zona e/o partecipando a progetti opensource anche se non si hanno competenze di sviluppo (servono anche traduttori, chi fa documentazione, etc).

ciao a tutti
Paolo

(Letto 1.401 volte di cui 7 negli ultimi 30gg)