Skip to main content
Vuoi Linux nella tua scuola? Guarda il progetto del BgLUG
nethserver 7

Nethserver la distribuzione Linux server per tutti

Pochi giorni fa è stata rilasciata la versione finale di Nethserver 7, la distribuzione Linux server italiana basata su CentOS 7.3 con una lunga serie di novità tecniche. Per chi non la conoscesse, Nethserver è una distro server web managed, che fa della semplicità di utilizzo uno dei suoi maggiori punti di forza senza perdere quelle che sono le caratteristiche peculiari di Linux. Con pochi click è possibile installare e configurare servizi che altrimenti richiederebbero tutt’altro tempo per farlo.

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather

Ubuntu Mate 16.04 su Raspberry PI 3

Il Raspberry PI non ha bisogno di presentazioni, è un single-board computer con processore ARM che, ormai da qualche anno, sta riscuotendo un successo incredibile tra i makers ma non solo. Può essere utilizzato per svariati scopi tra cui mediacenter con Linux e kodi, retro game console, domotica, robotica, server, IoT e molto altro.

In quest’articolo descrivo un piccolo test utilizzandolo come normale PC con una distrbuzione Linux che molti conoscono: Ubuntu Mate.

Le caratteristiche del Raspberry PI 3 sono le seguenti:

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather

Sospendere temporaneamente crontab

Chiunque utilizzi Linux non può non conoscere ed apprezzare crontab, lo strumento che permette di schedulare task con semplicità ed efficienza.

Se per qualche motivo si ha la necessità di interrompere crontab temporaneamente, ad esempio per manutenzioni programmate della macchina stessa o di altri server “contattati” dai job schedulati, una delle soluzioni possibili è usare il comando at per schedulare il salvataggio delle definizioni dei job di crontab e la successiva eliminazione, quindi schedulare il ripristino dei job in crontab.

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather

Linux va a scuola a Bergamo

Da circa un anno, il BgLUG (Bergamo Linux Users Group), di cui faccio parte, sta portando avanti un progetto per avvicinare la scuola a Linux e all’opensource.

Il progetto si chiama Linux va a scuola e aiuta le scuole che intendono migrare i loro laboratori di informatica a Linux ed al software libero.

A quali scuole si rivolge? A tutte, dalla scuola per l’infanzia alla scuola secondaria, indipendentemente che abbiano personale IT interno o meno.

I vantaggi derivanti dall’adozione di questo progetto da parte delle scuole (e delle famiglie) sono notevoli e ben descritti nella pagina dedicata sul sito del BgLUG; vanno dalla qualità del parco software alla sicurezza, dagli aggiornamenti costanti e gratuiti alla libertà di utilizzo, dal notevole risparmio economico al rispetto delle leggi in materia di adozioni di software nella Pubblica Ammministrazione.

Da notare che tutto il lavoro svolto dai volontari del BgLUG è gratuito (anche se una donazione non si rifiuta mai 😉 ).

La soluzione proposta con il progetto Linux va a scuola si divide essenzialmente in due parti ben descritte nella pagina del progetto sul sito del BgLUG:

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather

Script bash per generare password da dizionario per un di elenco utenti

A volte si ha l’esigenza, avendo un elenco di persone, di generare in automatico un elenco di utenti con relative password.

Per quanto riguarda le password, si vuole fare in modo che siano facilmente ricordabili ma allo stesso tempo abbastanza sicure e difficilmente attaccabili da un eventuale attacco brute force.

Affinchè siano facilmente ricordabili è comodo che siano parole da dizionario, mentre per renderle abbastanza sicure è bene che siano formate da almeno 2 o 3 parole che aumenta enormemente le combinazioni possibili.

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather

BgLUG – Linux Day 2015

E’ disponibile il programma del Linux Day 2015 del BgLUG (Bergamo Linux User Group).

L’evento si svolgerà il 24 Ottobre 2015 allo spazio Polaresco di Bergamo (Via del Polaresco 15, 24129 – BERGAMO).

Il programma è decisamente ricco ed interessante, inoltre vedrà la partecipazione di alcune associazioni con le quali il BgLUG sta collaborando su diversi progetti: BrigX (LUG della Brianza), LibreItalia e il FabLab di Bergamo.

Verrà presentato il progetto Linux va a scuola con cui il BgLUG (in collaborazione con LibreItalia) sta portando Linux ed altre soluzioni OpenSource all’interno delle scuole del territorio.

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather

Creare una chiavetta USB multiboot con syslinux

Avere una chiavetta USB multiboot che contenga varie distribuzioni Linux, per installazioni, dimostrazioni o per utilità/soccorso come System Rescue CD, è veramente molto comodo.

Per crearla ci sono vari tool in rete ma non sempre svolgono il loro lavoro in modo efficace. Esiste, però, un modo semplice per creare una chiavetta USB multiboot utilizzando syslinux. Vediamo come fare.

Supponiamo di volere creare una chiavetta con le seguenti distro Linux (ma la stessa procedura vale anche per altre distro):

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather

Convertire audio file in modo massivo su Linux

Su Linux per convertire audio file tra diversi formati in modo massivo esistono molti strumenti, ma per fare una conversione massiva, ovvero per convertire molti audio file contemporaneamente, uno dei migliori strumenti è senz’altro Gnome Sound Converter.

Questo strumento permette la conversione di uno o più audio file contemporaneamente dai qualunque formato gestito letto GStreamer (Ogg Vorbis, AAC, MP3, FLAC, WAV, AVI, MPEG, MOV, M4A, AC3, DTS, ALAC, MPC, Shorten, APE, SID, MOD, XM, S3M, 3GA, etc…) verso uno dei seguenti formati: Opus, Ogg Vorbis, FLAC, WAV, AAC, and MP3.

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather

Chi utilizza Linux e software OpenSource?

Molte persone, ancora oggi, pensano che Linux e le altre soluzioni opensource siano un po’ di nicchia, per smanettoni o comunque non adatti al vasto pubblico, ma non è assolutamente così.

A dimostrarlo ci sono i numerosi governi, comuni, pubbliche amministrazioni o grosse organizzazioni private che hanno deciso di adottare questo tipo di soluzioni per l’elevata qualità, sicurezza, scalabilità e, spesso, con un notevole risparmio in termini di costi.

Oltre a questo, sempre più spesso, conosco persone di qualunque età che iniziano ad utilizzare Linux anche a casa per la stabilità e sicurezza che offre loro.

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather

Crash di MySQL per problemi di memoria

Recentemente ho spostato il mio blog su un VPS di Digital Ocean che ha un ottimo rapporto di qualità/prezzo.

Purtroppo capitava saltuariamente che il servizio MySQL andasse in crash rendendo quindi indisponibile il blog: dal browser appariva la scritta:

Error Establishing a Database Connection

Dopo varie ricerche ho capito che il problema del crash di MYSQL era dovuto alla poca RAM a mia disposizione ed al fatto che in fase di configurazione del VPS non ho configurato lo SWAP.

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather

Back In Time: Backup su Linux con snapshots periodici

Per fare backup su Linux esistono vari strumenti affidabili. Molti sono a linea di comando (rsync, duplicity, rsnapshot, …) ma ce ne sono anche con interfaccia grafica (DejaDUP, Luckybackup, …) o di fascia enterprise che solitamente sono web managed (Zamanda, Bacula, BackupPC, Bareos, …).

Spesso quelli con interfaccia grafica non sono altro che GUI costruite per facilitare l’uso dei tool a linea di comando come rsync.

Tra questi, uno dei migliori è senz’altro Back In Time che si trova tranquillamente nei repository delle pincipali distribuzioni Linux.

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather

Desktop client Telegram per Linux Windows e Mac

Telegram è un servizio di messaggistica istantanea opensource completamente gratuito e senza pubblicità. Ho già scritto di Telegram in un precedente articolo come alternativa a Whatsapp ma ora lo voglio riprenderlo per parlare del suo client ufficiale per desktop.

Però, prima di parlarne, faccio un breve riepilogo delle caratteristiche e della storia di Telegram.

Ha solo un anno e mezzo di vita ma continua a crescere sia in termini di utenti (a Dicembre 2014 contava circa 50 milioni di utenti attivi) che di qualità del servizio offerto.

Ecco una breve sintesi delle caratteristiche di Telegram:

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather

Aggiornamenti automatici su Ubuntu con unattended-upgrades

 

Mantenere aggiornato il sistema operativo e tutti i programmi dei PC è fondamentale per la sicurezza. E’ importantissimo non sottovalutare questo aspetto e non fidarsi mai di sistemi operativi vecchi che non possono più essere aggiornati (vedi Windows XP). Per questo motivo in qualunque distribuzione Linux gli aggiornamenti di tutti i pacchetti sono centralizzati e facilmente gestibili.

Per chi utilizza Ubuntu gli aggiornamenti vengono proposti periodicamente in base alle proprie indicazioni. Però ci sono casi in cui può essere più utile fare in modo che gli aggiornamenti avvengano in modo automatico, ad esempio su un server o all’interno di una rete di PC in cui gli utenti abituali non hanno le autorizzazioni di amministratore, quindi qualunque rete all’interno di un’azienda o un laboratorio di informatica a scuola.

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather