Skip to main content

Linux va a scuola a Bergamo

Da circa un anno, il BgLUG (Bergamo Linux Users Group), di cui faccio parte, sta portando avanti un progetto per avvicinare la scuola a Linux e all’opensource.

Il progetto si chiama Linux va a scuola e aiuta le scuole che intendono migrare i loro laboratori di informatica a Linux ed al software libero.

A quali scuole si rivolge? A tutte, dalla scuola per l’infanzia alla scuola secondaria, indipendentemente che abbiano personale IT interno o meno.

I vantaggi derivanti dall’adozione di questo progetto da parte delle scuole (e delle famiglie) sono notevoli e ben descritti nella pagina dedicata sul sito del BgLUG; vanno dalla qualità del parco software alla sicurezza, dagli aggiornamenti costanti e gratuiti alla libertà di utilizzo, dal notevole risparmio economico al rispetto delle leggi in materia di adozioni di software nella Pubblica Ammministrazione.

Da notare che tutto il lavoro svolto dai volontari del BgLUG è gratuito (anche se una donazione non si rifiuta mai 😉 ).

La soluzione proposta con il progetto Linux va a scuola si divide essenzialmente in due parti ben descritte nella pagina del progetto sul sito del BgLUG:

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather
opensource

Linux e opensource: strategia vincente

Solitamente scrivo articoli tecnici ma stavolta faccio un’eccezione. Ci sono un paio di notizie uscite in questi giorni che mi fanno molto piacere.

La prima riguarda l’annuncio fatto dal sindaco di Monaco di Baviera del risparmio ottenuto dalla sua città migrando da Windows e MS Office a Linux e OpenOffice: 4 milioni di euro.

Subito mi viene in mente che, visto il periodo di “austerity” che stiamo vivendo nel nostro paese, Monaco di Baviera possa essere preso ad esempio anche da noi … anche se ho forti dubbi 🙁

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather

Installare LibreOffice in italiano su Ubuntu 10.10

Come già (pubblicato precedentemente) a Gennaio è uscita la prima versione stabile del fork di OpenOffice.org: LibreOffice. Nel post spiegavo come installarlo “manualmente”.

Tra pochi giorni uscirà la nuova versione di Ubuntu (11.04) che avrà già LibreOffice installato di default. Però siccome qualcuno continuerà ad utilizzare l’attuale versione 10.10 fino a quando la 11.04 non si rivelerà stabile.
Di seguito riporto le istruzioni per installare LibreOffice anche su questa versione partendo dai repository ufficiali della comunity di Libreoffice

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather

LibreOffice è arrivato !!!

LibreOffice è arrivato 😀 !!!!

La versione stabile di LibreOffice (la 3.3) è arrivata due giorni fa, il 25 gennaio 2011.

Innanzitutto complimenti alla comunità perchè è stata rapidissima.

Data importante, da segnare in calendario, perchè fa capire bene cosa significa Open Source: un progetto apprezzato in tutto il mondo (OpenOffice.org) viene ereditato da un’importante società (Oracle) grazie all’acquisizione di un’altra importante società (Sun Microsystem), la comunità non è pienamente soddisfatta del comportamento della proprietà nei confronti del progetto (a cui hanno contribuito molte persone esterne) e di conseguenza prende il codice ed avvia un nuovo progetto sviluppandolo in autonomia (LibreOffice).
La conoscenza è salva, condivisa e perfettamente garantita. Sembra utopia ma è realtà.

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather