Skip to main content
mega cloud storage

MEGA per Linux: il Cloud Storage da 50 GB gratuiti

mega cloud storageMEGA è il famoso cloud storage fondato da Kim Dotcom in seguito alla chiusura del suo famoso precedente servizio Megaupload.

Vi evito la storia perchè la trovate ovunque, quello che mi interessa descrivere in quest’articolo è la qualità offerta da questo servizio.

Innanzitutto offre ben 50 GB gratuiti di storage online e, cosa molto importante, è multipiattaforma. Infatti fornisce il client per Windows, Mac OSX, Linux, Android e i/OS.

Il client MEGA per Linux è arrivato da pochi mesi ed è disponibile per le seguenti distribuzioni: Ubuntu, OpenSuse, Fedora e Debian.

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather
Zaclys Cloud Storage

Zaclys, il cloud storage francese assolutamente Open

Zaclys Cloud StorageEcco un altro servizio di cloud storage di cui voglio scrivere perchè rispetto a tutti gli altri ha una particolarità NON comune: è gestito da un’associazione senza scopo di lucro e NON ha alle spalle nessuna multinazionale.

Zaclys è un’associazione francese senza scopo di lucro che sostiene il software libero e si prefigge lo scopo di offrire servizi web (offre anche altri servizi oltre al cloud) con grande attenzione alla sicurezza ed alla privacy come indicato dal loro motto:

“Petit association francaise, pourvoyeuse des services web, confectionnees avec soin, durables, solidaires et respectueux de la vie privee”

E’ francese ed i loro server risiedono tutti in Francia (utilizza i server di OVH) quindi non sono soggetti alle invasive leggi statunitensi come il Patriot Act.

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather

I migliori Cloud Storage per Linux (e non solo)

Pochi mesi fa Canonical ha deciso di chiudere il loro servizio di cloud storage Ubuntu One. Dispiace ma, ad essere sincero, non è un grosso problema. Canonical fa bene a focalizzare i suoi sforzi verso altri obbiettivi e le alternative non mancano di certo.

In quest’articolo voglio elencare alcuni servizi di Cloud Storage per Linux indicando anche caratteristiche che non sempre vengono sottolineate in altri articoli simili.

ATTENZIONE: mi piacerebbe che quest’articolo restasse un work in progress da aggiornare continuamente con nuove informazioni e nuovi servizi ANCHE grazie al vostro contributo. Quindi, se pensate che qualche informazione tecnica sia sbagliata o abbia tralasciato qualche servizio interessante, non esitate a segnalarlo nei commenti. Unici pre-requisiti: deve offrire un account gratuito e deve avere il client per Linux.

Ovviamente, oltre che per Linux questi servizi sono validi anche per Windows e Mac OSx.

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather
hubiC cloud

hubiC il Cloud Storage francese per Linux

hubiC cloudhubiC è uno dei tanti cloud storage (o storage online) compatibile anche con Linux. Ovviamente è multi-piattaforma quindi è disponibile anche per Windows, Mac OsX e per le piattaforme mobile Android, iOS (iPhone e iPad), Blackberry e Windows Phone.

L’account free offre ben 25 GB!!!.

hubiC è un servizio europeo ed in particolare francese ed è vincolato al rispetto delle leggi francesi in materia di privacy. Questo, per chi fatica a fidarsi dei pur ottimi servizi statunitensi dopo le rivelazioni di questi anni, è sicuramente un plus non da poco. Loro tengono a sottolineare sul loro sito che sono Patriot Act free. Cito testualmente: “…Diversamente dalla maggior parte delle aziende che fanno hosting utilizzando macchine situate in territorio statunitense, hubiC non è regolato dal Patriot Act americano, che autorizza i servizi governativi ad accedere ai dati informatici di persone e aziende, senza la necessità di avere un’autorizzazione preventiva o il dovere di informarne gli utenti …

Ogni file viene replicato sui server dei suoi tre data center presenti sul territorio francese (due nella Francia settentrionale e uno nella Francia orientale) per garantire sicurezza (anche grazie ai trasferimenti via SSL) e continuità del servizio.

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather
CloudMe

CloudMe lo storage in cloud svedese per Linux

CloudMeCloudMe è uno dei tanti storage in cloud perfettamente compatibile anche per Linux. Ovviamente è multi-piattaforma quindi è disponibile anche per Windows, Mac OsX e per le piattaforme mobile Android, iOS (iPhone e iPad) e Blackberry.

L’account free offre solo 3 GB espandibili fino a 19 GB con la politica degli inviti (500 MB per ogni invitato che crea il proprio account CloudMe). Inoltre ha il limite di upload per singolo file di soli 150 MB che è un po’ pochino.

Ma vediamo quali sono i suoi punti di forza.

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather
Copy lo storage in cloud di Barracuda

Copy: lo storage in cloud di Barracuda

Copy lo storage in cloud di Barracuda

ATTENZIONE: Barracuda ha cessato il servizio copy a partire dal 01.05.2016. Peccato perchè era un buon servizio. Consiglio spassionato: se volete avere un buon servizio e non dipendere dalle logiche commerciali delle aziende prendetevi un VPS e fatevi il vostro cloud con Owncloud o Nextcloud.

Copy è un servizio di Storage in Cloud che va ad unirsi ai tanti già presenti: Dropbox, Google Drive, OneDrive, …

E’ offerto da Barracuda Networks, società americana specializzata in appliance relative alla sicurezza, allo storage, al networking, …

L’account gratuito prevede ben 15 GB di spazio inoltre è multipiattaforma, infatti esiste il client per Linux, Mac OSX, Windows, Raspberry PI, Android, iOS (Iphone e Ipad) e Windows Phone … manca qualcosa 🙂

Ma la caratteristica che più mi piace è quella che loro chiamano Fair Storage: si tratta dell’equa spartizione dello spazio occupato per i documenti condivisi. In pratica condividendo una cartella di 6 GB tra 3 account diversi lo spazio occupato viene suddiviso equamente tra i 3 account, quindi 2 GB a testa. Loro lo spiegano anche con “split the bill“, ovvero “dividi il conto” usando il classico esempio di dividere equamente il conto al ristorante.

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather
Google Drive for Linux

Google Drive su Ubuntu Linux grazie OCamLFuse

Google Drive for LinuxIn quest’articolo analiziamo un altro client per Google Drive su Ubuntu Linux: OCamLFuse.

Come per Grive-Tools, già presentato in un precedente articolo, anche questo è un client non ufficiale visto che Google, ad oggi, non ha ancora rilasciato nessun client per Linux.

Innanzitutto bisogna dire che questo client è sviluppato da un italiano: Alessandro Strada.

A differenza di altri client, Google Drive OCamLFuse non ha l’App Indicator e soprattutto non sincronizza il contenuto in locale, ma fa in modo di montare il vostro Google Drive remoto in una cartella del file system integrandosi perfettamente con tutti i file manager (Nautilus, Dolphin, Nemo, …).

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather
Wordpress logo

Backup WordPress su Dropbox

Wordpress logoFare il Backup del proprio Blog WordPress è un compito molto importante, troppo importante per pensare di farlo “manualmente” quando ci si ricorda.

Come tutti i backup seri e validi dev’essere automatico e sicuro.

In quest’articolo vediamo come automatizzare il backup di WordPress su Dropbox tramite il plugin BackUPup Jobs. Diciamo subito che non è l’unico plugin che fa questo lavoro ma è senz’altro uno dei migliori.

Questo plugin permette di salvare qualunque cosa del vostro blog (Database,file e cartelle, configurazioni, …) e, oltre a Dropbox, permette anche di fare Backup su Folder, via e-mail, su FTP Server e su altri servizi in cloud (SugarSync, Microsoft Azure, …).

Iniziamo installando e attivando il plugin BackWPup Jobs

Una volta attivato apparirà il menu BackWPup. Dalla voce Jobs bisogna aggiungere uno o più job: un job è un’attività i cui si specifica cosa cosa salvare e dove salvare.

E’ possibile fare un job unico che salva tutto oppure più job per contenuti diversi (uno per il database, uno per i files, …).

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather
Google Drive logo

Utilizzare Google Drive in Ubuntu Linux con Grive-Tools

Google Drive logoGrive-Tools è un dei migliori client non ufficiali per Linux di Google Drive che si possono trovare.

Caratteristiche di Grive-Tools:

  • App indicator presente sulla barra delle notifiche predisposta sia i temi chiari che per quelli scuri
  • Desktop notification che avvisa relativamente allo stato delle sincronizzazioni
  • Sincronizzazione automatica bi-direzionale dei file locali con quelli in Google Drive (esclusi i Google Documents per ora)
  • Si integra con i seguenti Desktop Environment: Unity, Gnome, KDE, Xfce, Cinnamon e LXDE
  • Tradotto in molte lingue tra cui l’italiano
  • Testato su Ubuntu 14.04, 13.10, 13.04 e 12.10 sia nelle versioni a 32 che a 64 bit

Con Grive-Tools è possibile sincronizzare solo il contenuto della cartella Google Drive creata nella home. Se si ha la necessità di sincronizzare anche altre cartelle locali esterne alla cartella Google Drive è possibile acquistare Overdrive a soli 2,99 dollari, una cifra ridicola per chi ha queste necessità.

E’ possibile installarlo e configurarlo seguendo i seguenti passi:

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather
ownCloud - tray icon

Installazione e configurazione del client di ownCloud su Ubuntu Linux

ownCloud - tray iconIl client di ownCloud è presente nei normali repository di Ubuntu e quindi è possibile installarlo da Ubuntu Software Center, però se si preferisce avere sempre al versione più aggiornata è meglio aggiungere i repository ufficiali. Le istruzioni per farlo si possono trovare a questo indirizzo http://software.opensuse.org/download/package?project=isv:ownCloud:devel&package=owncloud-client e differiscono leggermente a seconda della versione di Ubuntu che avete installato. Ad esempio, per Ubuntu 13.04 sono le seguenti:

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather
ownCloud

Farsi il proprio cloud privato con ownCloud

ownCloudAvete mai pensato di farvi il vostro cloud privato? Un buon metodo è farvi un vostro server utilizzando un’ottima soluzione opensource: ownCloud. Certo, ormai ci sono moltissimi servizi gratuiti e a pagamento che offrono il cloud con svariate caratteristiche: Dropbox, Gdrive (che rifiuto di usare fino a quando non faranno un client per Linux 😈 ), SpiderOak, … e tanti altri. Sono validi e comodi ma hanno tutti lo stesso difetto, non sono vostri. Nelle condizioni del servizio, solitamente specificano che i vostri file vengono criptati e non sono accessibili a loro ma … è un po’ una questione di fede. Inoltre spesso hanno comunque un limite di spazio relativamente esiguo.

Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather
SMS_backup_and_restore

Backup automatico degli SMS con Android su Dropbox

SMS_backup_and_restoreCon gli smartphone Android gran parte delle informazioni sono sincronizzate e quindi salvate sui server di Google garantendoti da eventuali perdite di dati: e-mail, rubrica, calendario, app installate, … Questo però non avviene automaticamente per gli SMS ma non è un problema perchè tra le oltre 700.000 app presenti in Google Play se ne trova sempre una che ti aiuta. E’ il caso dell’app SMS Backup & Restore. Come si intuisce facilmente dal nome permette il backup ed il restore degli SMS del vostro smartphone Android. Ce ne sono tante di app di questo genere ma la particolarità di questa sta nel fatto di poter schedulare il backup degli SMS e di inviare il file per e-mail o salvarlo su Dropbox.
Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather

Documenti sulla nuvola: Dropbox

Mai sentito parlare del cloud computing? In poche parole si tratta di tecnologie che ti permettono di utilizzare risorse hardware remote ad esempio per salvare e gestire i propri documenti (o file).

Perchè dovrei mettere i miei files in internet quando ho tantissimo spazio sul mio disco? I motivi sono tantissimi, eccone qualcuno:

  • ho più PC e/o smartphone e impazzisco a mantenere sincronizzate le varie versioni degli stessi documenti
  • ho la necessità di avere alcuni files sempre a disposizione ovunque sia (a patto di avere una connessione ad internet)
  • mi dimentico spesso di fare i backup dei miei documenti (FREQUENTISSIMO !!!).
  • voglio tutelarmi da guasti del PC o perdite di dati (pensate a quando si guasta il PC o lo dovete sostituire. Sul nuovo PC basta ricollegarsi alla “nuvola” e immediatamente riavrete a disposizione i vostri documenti)

In questo caso la “nuvola” di cui voglio parlare si chiama Dropbox.
Approfondisci

twittergoogle_pluslinkedinmailby feather