Skip to main content
hubiC cloud

hubiC il Cloud Storage francese per Linux

hubiC cloudhubiC è uno dei tanti cloud storage (o storage online) compatibile anche con Linux. Ovviamente è multi-piattaforma quindi è disponibile anche per Windows, Mac OsX e per le piattaforme mobile Android, iOS (iPhone e iPad), Blackberry e Windows Phone.

L’account free offre ben 25 GB!!!.

hubiC è un servizio europeo ed in particolare francese ed è vincolato al rispetto delle leggi francesi in materia di privacy. Questo, per chi fatica a fidarsi dei pur ottimi servizi statunitensi dopo le rivelazioni di questi anni, è sicuramente un plus non da poco. Loro tengono a sottolineare sul loro sito che sono Patriot Act free. Cito testualmente: “…Diversamente dalla maggior parte delle aziende che fanno hosting utilizzando macchine situate in territorio statunitense, hubiC non è regolato dal Patriot Act americano, che autorizza i servizi governativi ad accedere ai dati informatici di persone e aziende, senza la necessità di avere un’autorizzazione preventiva o il dovere di informarne gli utenti …

Ogni file viene replicato sui server dei suoi tre data center presenti sul territorio francese (due nella Francia settentrionale e uno nella Francia orientale) per garantire sicurezza (anche grazie ai trasferimenti via SSL) e continuità del servizio.

E’ offerto dalla società francese OVH leader europea per l’hosting computer e terza a livello mondiale.

Nessun limite ne sulla dimensione ne sul tipo di file che si vuole archiviare.

Purtroppo non supporta WebDAV che permetterebbe di vedere lo spazio in cloud come se fosse una cartella di rete senza scaricare niente sul disco locale. Però fornisce un’applicazione multi-piattaforma, Swift Explorer, che permette di visualizzare il contenuto del proprio spazio online e di salvare file o cartelle senza sincronizzarli con il disco locale.

Va inoltre segnalato che esiste il progetto opensource hubicfuse che permette di montare lo spazio in cloud di hubiC come fosse un disco esterno. Personalmente non l’ho provato per cui non so quanto sia efficiente …ma sono fiducioso 😉

Un punto negativo di hubiC è l’assenza del versioning. Non ha nemmeno l’undelete, ovvero la possibilità di recuperare i file cancellati entro un certo numero di giorni che personalmente trovo molto comoda.

Veniamo ora a come installare hubiC su Ubuntu Linux:

innanzitutto scaricare l’ultima versione del client di hubiC dal loro sito (sarebbe stato meglio avere un repository dedicato in modo da avere sempre aggiornamenti automatici 🙁 ), quindi avviare l’installazione con un doppio click sul file scaricato per installarlo con Ubuntu Software Center.

Al termine dell’installazione avviarlo con il seguente comando:

hubic login (username) (cartella_da_sincronizzare)

fornire la password quando richiesta.

A questo punto il servizio viene avviato.

L’installazione aggiunge l’avvio del servizio tra le applicazioni d’avvio automatico del sistema. Se non si desiderasse avviarlo automaticamente è sufficiente togliere la spunta nelle applicazioni d’avvio.

Con i seguenti comandi è sempre possibile interrompere o avviare nuovamente il servizio:

hubic stop
hubic start

Per distinstallare hubiC da Ubuntu Linux è sufficiente dare il comando:

sudo apt-get remove hubic

Purtroppo l’integrazione con il desktop environment è praticamente inesistente. Nessuna icona nella notification-bar di Unity (esiste però un indicator grafico non ufficiale, vedere aggiornamento in fondo all’articolo) e nessuna integrazione in Nautilus.

Queste sono mancanze abbastanza importanti perchè non permettono di controllare lo stato del servizio. Se per qualche motivo il servizio non fosse attivo e quindi non c’è sincronizzazione, non c’è modo per rendersene conto.

La gestione del client hubiC per Linux è fatta tutta a linea di comando, tramite il comando hubic. Eseguendo questo comando si possono vedere le possibilità offerte:

backup attach    Attach an existing backup to current computer. Make sure that the previous 'owner' of the backup will not update it again.
backup config    Change options of an existing backup.
backup create    Creates a new backup from a local folder.
backup delete    Deletes a backup and all associated files on hubiC (local data is left unmodified).
backup download  Download an entiere backup into a local folder.
backup info      Prints informations about backups.
backup update    Triggers a new update for the backup.
config          Gets or sets an option
exclude add     Adds a new folder to excluded folders.
exclude clear   Removes all excluded folders, synchronizing all files and folders.
exclude list    Prints all excluded folders.
exclude remove  Removes an excluded folder, synchronizing it again.
help            Show general help, or detailed help for a command.
login           Logs in to given account and starts to sync given path.
logout          Disconnects from current account.
main-loop       Starts synchronization loop. Only useful for debug purposes.
pause           Pauses synchronization and interrupts any running action.
publish         Publishes a new file or folder and the public URL.
publish list    Prints a list of published files along with their URL.
resume          Resumes synchronization.
start           Starts synchronization process (if not already started).
status          Prints some information about account and running operations.
stop            Kills synchronization process.
syncdir         Gets or sets current synchronization directory.
synchronize     Triggers an immediate synchronization.
unpublish       Unpublishes a published file or folder.

tra questi comandi c’è anche quello che permette di configurare i Settings o le Preferenze come, ad esempio, i limiti di banda in upload o download.

Per vedere le impostazioni è sufficiente dare il comando

hubic config

Il risultato sarà simile al seguente:

TimeBetweenSynchronization: 10
UseRecycleBin: True
AllowBugReporting: True
UploadSpeedLimit: 0
DownloadSpeedLimit: 0

Se, per esempio, si volesse variare il tempo di sincronizzazione per il download di eventuale nuovo materiale presente in remote portandolo dai 10 minuti di default a 5 minuti, il comando sarebbe il seguente:

hubic config TimeBetweenSynchronization 5

ATTENZIONE: la sicronizzazion un upload del materiale aggiunto o modificato nella cartella locale è immediato, questa impostazione si riferisce solo all’intervallo di tempo in cui il servizio verifica se sui server remoti c’è del nuovo materiale da scaricare perchè caricato da altro PC o direttamente tramite web browser. Di default questo controllo avviene ogni 10 minuti.

Tramite il comando

hubic syncdir (path-directory-da-sincronizzare)

è possibile modificare la directory locale da sincronizzare. Putroppo non è possibile sincronizzare altre directory esterne a quella da sincronizzare.

In ogni caso, il controllo del client da linea di comando non sarà il massimo ma, come sa benissimo chiunque usi Linux, ti da un elasticità che un applicazione grafica difficilmente può darti. Ad esempio, considerando l’ampio spazio gratuito offerto da hubiC, 25 GB, è possibile pensare di utilizzarlo come backup online schedulati. In pratica si disattiva la sincronizzazione automatica, quindi si può fare uno script schedulato in crontab che ogni 3 ore esegue la sincronizzazione tramite il comando hubic synchronize. Insomma, quando disponi di un comando il tuo limite diventa la fantasia 🙂 .

Cambiando argomento e passando al mondo mobile, ovviamente hubiC offre la propria App gratuita per Android, iOS, Windows Phone e Blackberry.

L’App permette di consultare e gestire i documenti in cloud, inoltre offre altri servizi tra cui l’upload delle foto scattate o soprattutto la possibilità di effettuare i backup di quanto presente sul vostro smartphone o tablet, per la precisione permette di scegliere cosa salvare tra:

  • immagini
  • video
  • musica
  • contatti
  • clendari

hubiC cloud app

In conclusione direi che il servizio offerto da hubiC ha alcune mancanze che reputo importanti per essere utilizzato con documenti di lavoro per i quali, personalmente, giudico che il versioning sia fondamentale. Inoltre non mi piace il fatto che non sia integrato con la notification-bar (esiste un indicator NON ufficiale) e con il file manager Nautilus ma confido che possano migliorare in futuro.

Però ha anche interessanti frecce al suo arco, tra cui i 25 GB gratuiti, il fatto di avere i propri server sul territorio europeo, il fatto di poterlo gestire a linea di comando. In attesa che migliori i punti deboli citati prima, penso che hubiC sia un ottimo e capiente servizio per file di grosse dimensioni (Immagini, Musica, Video, installer di applicazioni, …) o per documenti statici, che non vengono mai manutenuti come ad esempio PDF o ebook di manuali, libri, tutorial, etc.

Inoltre le possibilità offerte dall’App mobile, come ad esempio i backup, possono essere comode.

A voi capire se può essere utile o meno in base alle vostre esigenze.

AGGIORNAMENTO
Grazie alla segnalazione di Vito (nei commenti) ho scoperto che esiste un indicator di hubiC NON ufficiale con relativa interfaccia grafica. Secondo Vito funziona bene con la versione 1.2.5.38 mentre io lo sto provando con la versione 2.0.0.45 e sembra buono. In ogni caso, il vantaggio che offre, oltre a quello dell’interfaccia grafica per alcune funzioni che altrimenti si gestirebbero solo a linea di comando (il che non mi dispiace), è quello di notificare quando c’è un’attività di sincronizzazione. Questo è importante perchè fa capire che il servizio è attivo e funzionante.

Grazie a Vito per la segnalazione.

 

(Letto 2.783 volte di cui 21 negli ultimi 30gg)
twittergoogle_pluslinkedinmailby feather

7 thoughts to “hubiC il Cloud Storage francese per Linux”

    1. Grazie Vito per la segnalazione, ma non capisco come installarla.
      Sul link che m’hai inviato vedo che c’è una versione più aggiornata rispetto a quella che avevo installato ma installandola noto che sono aumentati i comandi a disposizione ma non capisco come avviare l’interfaccia grafica.

      Mi sai dire di più?

      ciao

  1. Ciao
    ti contatto per segnalare che il link per indicator hubic non funziona .
    Sai per caso dove posso trovare questa app?
    grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code