Top 500 Supercomputer

Top500 Giugno 2014: i supercomputer usano Linux

Top 500 SupercomputerE’ da poco uscita la lista dei 500 computer più potenti del pianeta, la famosa Top500 che ancora una volta conferma Linux come il sistema operativo nettamente più utilizzato da queste super-macchine.

Da questa classifica risulta che Linux è utilizzato dal 97% dei supercomputer, ovvero 485 su 500, 12 usano Unix, 1 usa un sistema operativo mixed e solo 2 utilizzano Windows.

Ovviamente non c’è da stupirsi perchè per gestire questi mega server serve un sistema operativo potente, affidabile, elastico e soprattutto scalabile e personalizzabile, cosa che è difficile ottenere con un sistema operativo limitato come Windows (sarebbe la stessa cosa per qualunque sistema operativo closed perchè non ti da il pieno controllo richiesto per queste macchine).

Top 500 Supercomputer Linux

Dal seguente grafico si può anche notare che l’utilizzo di Linux è cresciuto molto dopo il 2002, mentre prima era suo nonno Unix a farla da padrone.

Top 500 Supercomputer Linux

Da questa classifica risulta che il più potente è il cinese Tianhe-2 che come sistema operativo utilizza Kylin Linux che è la versione cinese di Ubuntu Linux. Parliamo di un computerino da 3.120.000 core e 1.024 TB di RAM!!!!

Ecco un immagine della macchinetta:

004 - Top 500 Supercomputer - 03

Sul sito di Top 500 è possibile anche fare numerose statistiche interessanti relativamente a questi computer.

Ad esempio risulta che 233 sono negli Stati Uniti, 76 in Cina, 30 in Gran Bretagna e Giappone, 27 in Francia, 21 in Germania e … solo 5 in Italia (che tristezza!!!).

Il primo tra i supercomputer italiani è HPC2 – iDataPlex DX360M4 dell’ENI, all’11 posto (non male eh?) che ovviamente utilizza Linux.

Ma a cosa servono questi supercomputer? Osservando le statistiche si nota che il 55,6% viene utilizzato nell’industria, il 21,8% nella ricerca, il 16,6% in ambito accademico e il 3,6% in ambito governativo.

Tutto questo per dire che anche in questo ambito Linux si rivela la scelta migliore, non ha eguali a livello di scalabilità visto che viene utilizato da piccoli dispositivi come smartphone o navigatori satellitari, fino a questi supercomputer.

(Letto 200 volte di cui 1 negli ultimi 30gg)
twitterlinkedinmailby feather

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code