Skip to main content

Utilizzare più di 3 GB di RAM su Windows 2003 Server a 32 bit

I sistemi operativi Windows a 32 bit di default non vedono più di 3,2 GB. Quindi aumentando fisicamente la RAM oltre quella dimensione non si ottiene un reale beneficio.

Buona eccezione è rappresentata da Windows 2003 Server (Standard, Entreprise e Datacenter Edition). In questo casi è possibile utilizzare più di 3 GB di memoria RAM attivando l’opzione /PAE (Physical Address Extension).

Inoltre utilizzando anche l’opzione /3GB è possibile fare in modo che il kernel di Windows (sistema operativo e driver) non si allochi più di 1 GB di RAM (di default ne alloca 2 GB) in modo tale da lasciare più RAM alle applicazioni (esempio: SQL server, MS Exchange, …) e migliorando quindi le prestazioni.
Se non si attiva questa opzione, supponendo di avere 4 GB reali, siccome 2 sono dedicati al sistema operativo ed il resto (2 GB) alle applicazioni, spesso ci si trova nella condizione che il sistema operativo usa meno di 1 GB mentre applicazioni affamate di memoria rallentano perchè non riescono ad utilizzare più di 2 GB pur essendoci oltre 1 GB disponibile.

Per attivare queste opzioni è necessario modificare il file boot.ini (con un banalissimo editor come Notepad) aggiungendo l’opzione /PAE (e se si vuole anche /3GB) alla fine della riga che contiene l’opzione /fastdetect. Ad esempio:

multi(0)disk(0)rdisk(0)partition(1)WINDOWS="Windows Server 2003, Enterprise" /noexecute=optin /fastdetect /PAE /3GB

Quindi va riavviata la macchina.

ATTENZIONE: il file boot.ini solitamente si trova nella partizione d’avvio (C:) ma è nascosto. Per vederlo bisogna:

  • Aprire “Risorse del computer”
  • Aprire la partizione “C:”
  • selezionare nel menu la voce Strumenti (Tools) e quindi Opzioni cartella (Folder Options)
  • selezionare la scheda Vista (View)
  • Spuntare l’opzione Mostra files e cartelle nascosti (Show hidden files and folders)
  • togliere la spunta su Nascondi file del sistema operativo (Hide protected operating system files (Raccomended)

A questo punto sarà visibile e gestibile il file boot.ini.

(Letto 364 volte di cui 1 negli ultimi 30gg)
twittergoogle_pluslinkedinmailby feather

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code